Anche se La Gomera non è una delle principali mete turistiche delle Canarie, è una delle sette isole principali dell’arcipelago spagnolo. Dato che non ci sono voli diretti per La Gomera dall’Italia e dall’Europa, si arriva sull’isola in nave o in aereo dalle vicine isole di Tenerife e Gran Canaria.

Come abbiamo detto non è una meta di vacanza, ma sicuramente un interessante isola da visitare. Sono migliaia i turisti che ogni giorno sbarcano sull’isola per ammirare le sue bellezze paesaggistiche e naturali uniche al mondo. La visita può essere effettuata in giornata o in due tre giorni.

Dove si trova La Gomera

Si trova nell’Oceano Atlantico, nella parte occidentale dell’arcipelago. Circa 60 km di mare (38 miglia) separano La Gomera all’isola di Tenerife. Amministrativamente l’isola è compresa nella provincia di Santa Cruz de Tenerife. La sua capitale è San Sebastián de La Gomera, che ospita la sede del consiglio dell’isola. Dall’anno 2012 l’isola de La Gomera è stata dichiarata Riserva della Biosfera.

La Gomera ha una superficie di 369,76 km² e il suo punto più alto è il picco di Garajonay, con 1.487 metri di altitudine, che fa parte del Parco Nazionale di Garajonay. L’isola ha circa 12 milioni di anni, ed è anche conosciuta come l’isola colombiana, perché fu un luogo di ristoro per Cristoforo Colombo prima di partire per il Nuovo Mondo nel 1492.

Attualmente la popolazione è di circa 20 mila persone, ma negli anni ’50 del secolo scorso arrivo a circa 30 mila abitanti. Oggi sull’isola, il numero di turisti che sbarcano sull’isola e quelli che vi soggiornano ha raggiunto il numero di abitanti.

Cosa vedere a La Gomera

Sull’isola de La Gomera c’è uno dei parchi più importanti delle isole Canarie, il Parco Nazionale di Garajonay, creato nel 1981 e successivamente nominato dall’UNESCO come Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Ospita un gioiello naturale del periodo terziario: la foresta di Laurisilvia. Questa vegetazione è costituita da piante subtropicali, una varietà di alberi che mantengono il loro fogliame durante tutto l’anno a causa dell’elevata umidità e delle temperature moderate.

Nel Garajonay si possono trovare faille, erica, alloro, felci, ecc. La zona interessata dal cosiddetto fenomeno del mare di nubi, che porta ad una forte condensazione del vapore acqueo sulle foglie di alberi (pioggia orizzontale) ed aumenta significativamente la quantità di acqua nel terreno. La visita del parco è semplice grazie ai numerosi sentieri che lo attraversano.

Altri parchi naturali ambienti protetti nel vasto elenco delle zone protette delle isole Canarie sono: la Riserva Naturale Integrale Benchijigua, la Riserva Naturale Speciale Puntallana, il Parco Naturale Majona, il Parco Rurale della Valle Gran Rey e il Paesaggio Protetto di Orone.

L’isola dispone di centinaia di piante endemiche e animali che la rendono ricca di biodiversità. Tra gli animali endemici dell’isola troviamo la lucertola gigante di La Gomera (Gallotia bravoana), forse uno dei vertebrati più minacciati al mondo. Solo pochi esemplari si conoscono e sono situati su scogliera di difficile accesso. Il governo delle Canarie ha sviluppato un piano per il recupero e la salvaguardia di questi animali.

La Gomera
La Gomera

La Gomera, come il resto delle Canarie, è un’isola vulcanica. Tuttavia, gli episodi vulcanici possono essere considerati oramai una cosa del passato: le ultime eruzioni si sono verificate circa due milioni di anni.

L’erosione dell’acqua ha creato numerosi burroni, e sulla costa ha delineato scogliere importanti: ad esempio l’area protetta di Los Órganos, a nord dell’isola. Los Órganos sono un campione di colonnati basaltici formati dal lento raffreddamento della lava, in un antico cratere.

L’economia dell’isola è stata storicamente basata sull’agricoltura. Questa è stata aiutata da due duplici fattori: l’autosufficienza legata alla coltivazione di verdure e in secondo luogo all’esportazione di banane. Con una superficie non troppo favorevole a questa attività, le colture sono state possibili grazie alla coltivazione a terrazza e alla vasta rete di canali di irrigazione.

Negli ultimi anni, lo sviluppo economico si è orientata verso il turismo. I parchi stanno emergendo nella Valle Gran Rey, a Playa Santiago e a San Sebastian de la Gomera e stanno diventando la prima fonte economica dell’isola.

Le spiagge

Spiaggia di Santa Catalina, comune di Hermigua, isola La Gomera, Canarie
Spiaggia di Santa Catalina, comune di Hermigua, isola La Gomera, Canarie

Ci sono anche delle interessanti e belle spiagge dove fare piacevoli nuotate e rilassarsi al sole. L’isola offre oltre 90 chilometri di costa, con numerose calette e spiagge incontaminate, ma anche spiagge attrezzate per chi cerca tranquillità ma anche comodità.

La maggior parte delle spiagge sono di sabbia nera o con ciottoli, ma ci sono anche alcune spiagge con sabbia bianca. Per la balneazione sono consigliabili le spiagge a sud, con acque calme e riparate dal vento, mentre sulle spiagge a nord spesso soffia vento e sono più adatte agli amanti degli sport acquatici.

Playa de Santiago, situata vicino al porto storico di La Gomera, è la più grande spiaggia di La Gomera e la più facile da raggiungere. Playa de Ávalo è invece una delle più belle spiagge dell’isola. Molto bella è anche Playa de la Caleta, situata soli 6 km da Hermigua, e Playa del Ingles se si cerca una spiaggia nudista.

Come arrivare

Come arrivare a La Gomera

Arrivare sull’isola de La Gomera è molto semplice, specialmente se si soggiorna nella zona sud di Tenerife. L’isola de La Gomera è infatti una delle principali escursioni promosse da tour operator e agenzie di viaggio nella zona meridionale dell’isola di Tenerife.

In modo più comodo per raggiungere l’isola è partire con un traghetto o una nave veloce dal porto di Los Cristianos, situato nella zona sud di Tenerife, e sbarcare al porto di San Sebastian dopo circa 30 minuti con le navi veloci o un’ora con i traghetti.

Prenota un traghetto Los Cristianos (Tenerife) – La Gomera

 

Da Tenerife Nord o da Gran Canaria si consiglia di utilizzare l’aereo. L’aeroporto di La Gomera Aeroporto si trova a sud dell’isola, nel comune di Alajeró. Una volta arrivata per gli spostamenti si potranno utilizzare i bus turistici o noleggiare un’auto.

Verifica tariffe e prenota un volo Tenerife – La Gomera

 

Verifica tariffe e prenota un volo Gran Canaria – La Gomera

 

Dove alloggiare a La Gomera

Se si vuole soggiornare sull’isola per effettuare una visita con più calma e per godere a pieno delle sue bellezze paesaggistiche e naturali si può alloggiare a San Sebastián de la Gomera, la località che ospita il porto dove sbarcano i traghetti e le navi da e per Tenerife, oppure a Playa de Santiago, una località sul mare e vicino all’aeroporto.

Altre interessanti mete dove alloggiare sono Valle Gran Rey, una delle principali mete turistiche dell’isola e la località con la più ampia e varia offerta turistico ricettiva, oppure nelle località di Hermigua, Vallehermoso e Agulo.

Trova un alloggio o hotel sull’isola di La Gomera

 

 

Rispondi